Il mio disastro sei tu! Come amare ancora di più Travis Maddox!

Mi piace ogni tanto scrivere qualche recensione personalissima su dei libri che mi hanno appassionata. Siccome l’altra volta ho recensito “Uno splendido disastro (Beautiful Disaster)” di Jamie McGuire, mi andava di dire la mia anche sul seguito, o meglio, lo stesso racconto del primo libro ma scritto dal punto di vista di Travis Maddox. Sicuramente “Uno spendido disastro” non si può premiare romanzo dell’anno, in quanto la narrazione  era un pò povera e gli eventi andavano molto veloci, ma ora con Travis e l’annuncio del terzo libro in cui sapremo di più sul matrimonio a Las Vegas, abbiamo messo la marcia indietro e abbiamo avuto modo di conoscere meglio la storia di Abby e Travis, i sentimenti del bad boy e la sua background story, che è molto più bella e interessante di quella di Abby. Travis è un ragazzo che ha vissuto la sua vita secondo le regole che gli dettò la madre in punto di morte quando lui aveva solo 4 anni. “Non smettere mai di lottare per ciò che vuoi” un insegnamento per la vita e per le scelte amorose. Travis decide di lottare e di non farsi mai calpestare da nessuno, ma soprattutto sceglie di non innamorarsi e farsi spezzare il cuore da nessuna ragazza che non fosse la prescelta. Quella che avrebbe amato per la vita e cioè Abby. La vita è stata dura con lui, ma gli ha regalato una forza enorme e quella forza la vede anche nelle sofferenze di Abby, nei suoi enormi occhi grigi. Leggendo la mente di Travis scopriamo un ragazzo intelligente e forte con la pecca di giudicare solo troppo presto le persone, “in fondo lui non andrebbe mai con una ragazza brutta”! Jamie McGuire qui era ubriaca forse!! Ma nonostante tutto è adorabile. Nel libro di Abby ho amato che la persona più importante al mondo per Abby fosse la sua migliore amica America, una confidente, una sorella, una ragazza fedele al suo Shepley.  Nel libro di Travis invece si potrebbe amare  il rapporto tra Travis e Shepley e di Travis con i fratelli,  ma io l’ho dato per scontato, e quindi ho preferito e adorato le tante volte in cui Travis ricorre nell’aiuto di America e lei come previsto, c’è sempre, perchè crede davvero in lui, ed è forse la prima a lottare perchè Travis si faccia avanti con Abby. America è una piacevole sorpresa, mi piace la ragazza tormentata che è Abby ,ma forse America ha un animo ancora più bello, è buona è tosta al punto giusto. Una vera donna. La storia ha nel finale un mini-seguito della storia di Abby e Travis ed è molto divertente e emozionante scoprire cosa accadrà e non ve lo svelo se non l’avete ancora letto. Conclusione, non saranno dei libri imperdibili, ma li ho letti con molto piacere e attendo ovviamente di vedere la versione cinematografica.

“Era una cosa che adoravo di lei: quando mi guardava, mi vedeva davvero.
Mi ascoltava, ed era felice di farlo. Tutti gli altri annuivano senza prestarmi attenzione, lei no. Mai.

Quando mi baciò il mio cuore rallentò e ogni muscolo del corpo si rilassò. L’estremo bisogno che avevo di lei mi spaventava a morte. Non riuscivo a credere che l’amore avesse quell’effetto.

Feci un profondo respiro e chiusi la porta alle mie spalle. Avevamo passato momenti terribili, ma avevamo infine trovato il paradiso. Forse era più di quello che una coppia di peccatori si meritasse, però non avevo intenzione di lamentarmi.

M.

The CW Picks Up The Originals Plus 2 Other Freshman Series For Full Seasons

TVLine

The OriginalsThe Mikaelson clan’s centuries-long lifespan shows no signs of ending: The CW has picked up Vampire Diaries spin-off The Originals for a full season. Additionally, the network has also extended back-nine orders to its two other freshman dramas — Reign and The Tomorrow People.

RELATED | TVLine’s Renewal Scorecard: What’s Cancelled? What’s Returning? What’s on the Bubble? 

The network previously ordered additional scripts of all three series.

The Originals has been performing solidly in the ratings, nearly matching venerable lead-in Supernatural most weeks. Tomorrow People and Reign haven’t fared nearly as well, although both shows held steady in their most recent outings (and, in case you didn’t get the memo, flat is the new up).

Which of the three pickups are you most excited about? Sound off below.

[pmc_twitter_followme username=”mishasolomontv”]

View original post

Arrow: the return!

Arrow è tornato dalla pausa estiva ancor più bello che mai! La trama intriga sempre di più, i personaggi sono convincenti e ancor più combattenti, prendi Black Canary e la Assassin league e il team Arrow! Ma c’è un vuoto che io non riesco a colmare (Attenzione Spoiler) Tommy e Malcom mi mancano e trovo che manchino molto alla serie. E’ pur vero che siamo ai primi episodi della nuova stagione e tutto è ancora da scoprire, le scene sull’isola stanno prendendo una direzione inaspettata, consci del fatto che Oliver non è stato tutti i cinque anni lissù. In più sia Felicity che Roy stanno diventando degli aiutanti sempre più validi e spero che avranno modo di dimostrarlo ancora di più con più scene magari! Laurel è un tasto dolente, mi sta piacendo molto di più la nuova storyline del detective Lance che la sua nuova carriera. E’ noiosa e dovrebbe uscire dal suo personaggio di Gossip Girl a mio parere!  Black Canary alias Sara mi piace molto e credo che la vedremo ancora, ma ci saranno tante complicazioni a cui far fronte. Belle puntate, begli scontri, ma ripeto, sento che manchi davvero tanto qualcosa! E non so dire esattamente cosa! Quindi Arrow cerca di non deludermi 😉

Alcuni momenti divertenti:

 

L’eleganza di Downton Abbey e le perle di Lady Violet!

Con molto ritardo ho finalmente iniziato a recuperare Downton Abbey, esattamente le prime due stagioni. Ci sono arrivata con appena due anni di distanza, ma inizierò subito anche la terza così avrò modo di avvicinarmi alla attuale programmazione inglese (alla quarta stagione). Devo dire che il mio approccio a questa serie è stato puramente casuale, sapevo dell’esistenza ovviamente, e avevo anche visto i primi minuti del pilot qualche mese fa. Ma chissà perchè il mio pensiero era sempre: “sarà sicuramente noioso”. Poi notando che la colonna sonora mi era rimasta in mente e leggendo qualche recenzione qui e lì, la mia curiosità ha preso il sopravvento e la mia passione è esplosa. Avevo scoperto un gioiello di serie televisiva! Ho coinvolto anche qualche membro della mia famiglia e ora siamo tutti “Downtonizzati”. L’ambientazione di inizio ‘900, i personaggi, la recitazione di Maggie Smith, mi hanno coinvolta davvero molto. Questo rapporto di convivenza tra servitù e borghesia è sviluppato in modo eccellente. Colpi di scena, amori impossibili, ma soprattutto sguardi, molti sguardi, mi hanno mandato in estasi fin da subito. Se non l’avete ancora visto, la trama la riporto qui: —> [ Ambientata nella fittizia Downton Abbey, tenuta di campagna nello Yorkshire del Conte e della Contessa di Grantham, la serie segue le vite dell’aristocratica famiglia Crawley e dei loro servitori a partire dal 15 aprile 1912, data di affondamento del RMS Titanic. Alla notizia della tragedia, la famiglia Crawley è sconvolta nell’apprendere che il cugino del conte, James Crawley, e suo figlio Patrick, erede alla loro proprietà, nonché alla cospicua dote della Contessa Cora, sono deceduti nel naufragio. Nuovo beneficiario diventa il giovane Matthew, cugino di terzo grado della famiglia e avvocato a Manchester. I Crawley, soprattutto la Contessa Madre Violet, inorridiscono al pensiero che ad una persona “che lavora”, senza la minima intenzione ad adattarsi alla vita aristocratica da loro condotta, spettino i loro interi averi.Sullo sfondo s’intrecciano le vicende della vita dei numerosi domestici. ]

Non fermatevi alla lettura della sola trama, si deve per forza guardare il primo episodio per avere un’opinione. Vi farà innamorare dei Grantham e dei Crawley. Vi appassionerete insieme a Carson e tutti i domestici che si affacceranno a Downton. E poi nè vale la pena per il bellissimo scenario della tenuta di Highclere Castle, nell’Hampshire!

Ora vi elenco un paio di mie preferenze in materia di personaggi. Ho un debole per il personaggio di Robert, l’attuale proprietario di Downton e la sua gentilezza e compostezza nei confronti dei suoi domestici. E’ un uomo che in passato ha guardato solo alla sua eredità e a come poteva cavarsela per non affondare. Ci è riuscito con un matrimonio combinato con un’americana, la bellissima Cora. Rivelatasi una delle scelte migliori che abbia fatto nella sua vita, ha finalmente scoperto l’amore per la moglie e per tutte le persone che gli sono intorno. E’ un uomo da ammirare anche se come tutti, continuerà a commettere qualche errore.

L’altra mia preferenza va a Lady Mary. La primogenita di Robert e Cora,bellissima quanto sfortunata. Ciò che mi sorprende di più del suo personaggio è che non è compresa da molti, anzi quasi da nessuno. La giudicano tutti diversamente da ciò che è drealmente. Può sembrare una donna di ghiaccio ma ha mille fragilità che la tormentano dentro. I suoi sguardi con Matthew sono i momenti più belli che io abbia mai visto in una serie di questo genere. Adoro anche il suo rapporto con Carson e Anna. 

E per concludere voglio fare una carrellata delle perle di Lady Violet. Maggie Smith, attrice di molteplici premi tra Oscar, Emmy e vari, e che anche per questo ruolo non risparmia il suo talento e l’ironia che ci regala con questo personaggio. Bravi gli autori, ma soprattuto brava lei.

E vi saluto con la perla delle perle: Lady Violet e la sedia girevole!!!

Blog su WordPress.com.

Su ↑