“We are your friends”

Convenzionali

Friendsdi Gabriele Ottaviani

Sesso, droga e… no, niente rock ‘n roll. Ormai è del tutto anacronistico. Al suo posto, la musica elettronica. Che però per avere un’anima deve basarsi su suoni veri e reali. Almeno, così dicono. San Fernando Valley, la parte iellata di Los Angeles, la lingua di terra oltre Hollywood, il cui contributo alla storia è dato dall’industria del porno e dalle ragazze svampite (è sempre quello che dicono): Cole vuole fare il dj, ma – espedienti illeciti a parte, benché lui si consideri una brava persona – per sbarcare il lunario è costretto a tenere su la cuffia del call center. Ha tre amici e tutto quello che serve per sfondare (almeno, così dice): una traccia musicale, un lap top e un po’ di talento per far ballare la gente, sintonizzandosi con i battiti del suo cuore, preferibilmente centoventotto al minuto, perché è il…

View original post 200 altre parole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...